Crea sito

Come al solito…

Cari amici della Spigola,
buona Pasqua!

Come va? Pronti per la performance pasquale a tavola?
Bene, per non farci mancare niente, come al solito, abbiamo la notizia di un attentato sferrato la notte di Pasqua nelle chiede gremite di fedeli.
Stavolta è successo in Sri Lanka.
Come al solito, i soggetti che hanno compiuto questo gesto “coraggioso” sono profondamente ignoranti in quanto ignorano su cosa si basa la Chiesa e la dinamica che c’è alla base della vita della Chiesa.
Partiamo dalla festa di oggi: gli apostoli corrono al sepolcro e trovano le bende che avvolgevano il corpo di Gesù da una parte e il sudario che era sulla faccia di Gesù, ripiegato, da un’altra parte. Per questo motivo videro e credettero. Immagino che il sudario era ancora ripiegato come era posto sulla faccia di Gesù per cui Lui vi era passato attraverso. Sia la Sindone che il Volto Santo di Manoppello portano impresse immagini misteriose: la Sindone per calore ed energia, il Volto Santo non si sa bene in quale modo ma è interessante la coesistenza di parti rosee e grigie sulla stessa faccia, come accade in un arto amputato nel quale ricomincia a fluire il sangue.
Oggi la Chiesa festeggia questo Avvenimento: un uomo nato da una Vergine, che aveva richiamato tutti gli uomini che aveva incontrato al fatto che Dio è Carità, che aveva risanato gli storpi e consolato gli afflitti, che era stato crocifisso perché dichiaratamente contro il potere dominante… è risorto dai morti.
Come è risorto?
Un flusso di energia ha fatto tornare indietro le reazioni biochimiche alla base del disfacimento cadaverico.
Il flusso di energia obbedisce a una Volontà.
Questa festa si basa sul sangue del Martirio di Cristo, senza il Suo Martirio oggi non festeggeremmo la Resurrezione: ciò vuol dire che ogni sacrificio e ogni dolore acquistano senso.
La Chiesa poggia le sue fondamenta sul sangue dei Martiri: trovarsi in chiesa ed essere uccisi per il semplice motivo di trovarsi lì per accedere ai Sacramenti, anche senza la consapevolezza piena del gesto a cui si partecipa, spalanca immediatamente le porte del Paradiso.
E il sangue dei martiri consolida le fondamenta della Chiesa.
Chi crede di affermare un bene che sia contro Cristo, in realtà, anche se in “buona fede”, non fa altro che lavorare per l’antagonista di Cristo.
La scenda del mondo è contesa da 2 soli attori: Cristo e l’Anticristo.
Chi è contro Cristo è con l’Anticristo, solo che la sua fine è segnata dalla festa di oggi: la Resurrezione.
Affidiamo questo sacrificio e questo dolore alla Madonna, Colei che ha schiacciato col suo calcagno l’Anticristo.

Tonno subito