Crea sito

Criteri e indicazioni per il voto

Questo blog non è neutrale. Accetta quasi tutti gli articoli purché siano motivati, ma ha un’anima, ed è un’anima di cattolici che vogliono provare a vivere il cattolicesimo sul serio. Escludere la politica da questo impegno, sarebbe o ridicolo o vigliacco. Quindi presentiamo come nostro questo volantino, fatto da due associazioni amiche, il Movimento Cristiano Lavoratori e l’Associazione Esserci. Dice dei criteri come libertà di educazione, difesa della vita, difesa di associazioni e corpi intermedi, giustizia sociale e pace. E dice anche chi propone di votare (e perché) e, soprattutto, chi propone di non votare (e perché).

Aperti come sempre al confronto con tutti, basta che abbiano l’umiltà di scegliersi un nome di pesce e di venire a navigare fra questi bei mari.

Documento_Elezioni_MCL_Esserci_012018

La Spigola

2 Risposte a “Criteri e indicazioni per il voto”

  1. Io nn capisco perché i cattolici debbano per forza suggerire qualcuno da votare. Se mi trovo d’accordissimo sul fatto che la vita del cristiano tenda a un impegno su tutto (politica compresa) perché tutto è occasione x maturare, non condivido proprio il suggerimento di voto, anzi la trovo una modalità abbastanza violenta perché sottointende una cosa falsa: se sei un vero cattolico, se vivi il cattolicesimo fino in fondo, allora fidati di noi, e vota centrodestra. A prescindere dalla discutibilità in sé di questa affermazione (dubbi!!!!!),dov’è la maturazione personale, l’impegno di ciascuno, la crescita della persona se ci si trova la pappa pronta?? Che occasione triste diventano le elezioni?!! Poi scusate, ma chi siete per dire chi uno deve votare??!

  2. Ci risiamo….Qualcuno sente la necessità di consigliare i cattolici per chi votare il prossimo 4 marzo. Io, da persona adulta e vaccinata, cattolico, vedrò come votare,libero però da preconcetti ed attento ad esempio ai criteri che il Papa nel suo discorso a Cesena ha indicato come importanti nel lavoro politico. Le possibilità di scelta nel panorama italiano lasciano a desiderare, non mi sento di dire che uno schieramento sia meglio dell’altro! Ma certamente voterò e il mio sarà un voto responsabile e libero da pregiudizi e retoriche “sui valori”, anche perché qua è davvero meglio non addentrarsi, in quanto all’interno degli schieramenti, centrodestra incluso, c’è veramente di tutto!

I commenti sono chiusi.