Crea sito

Finalmente…

finalmente

Cari amici della Spigola,
finalmente è Natale (ehm, un po’ in anticipo);
finalmente è estate (tardino…);
finalmente parti e vai a quel paese (finalmente!);
e… finalmente sei mio.
Gli inglesi dicono “At last”, ed io vi riporto una canzone di Etta James: “At last”, appunto.
Leggete la traduzione (nel video sono riportate le parole, per chi ha anche l’english slang), a me piace molto.
Chi non desidera che il sogno si possa finalmente toccare, così da poter premere la mia guancia su di esso?
L’amico Leopardi diceva più o meno: “Fra cotanto dolore quanto all’umana età propose il fato, se vera e quale il mio pensier ti pinge, alcun t’amasse in terra, a lui pur fora questo viver beato…”, “… E teco la mortal vita sarìa simile a quella che nel cielo indìa…”.
Ricordate quell’episodio dell’Ultima Cena di Gesù quando Giovanni poggia la testa sul petto di Gesù?
Non premeva la sua guancia su di Lui? Eh, finalmente!
Al limite si potrebbe fare una sola piccola correzione al testo: più che dire “finalmente sei mio”, vorrei poter dire un giorno “finalmente sono tuo!”.

[sz-video url=”http://www.youtube.com/watch?v=_Q2rZb7E0EY&hd=1″ /]

Finalmente 
il mio amore è arrivato 
I miei giorni di solitudine sono finiti 
e la vita è come una canzone

oh, finalmente 
I cieli lassù sono blu 
beh, il mio cuore è stato ben chiuso nel lusso 
la notte in cui ti ho guardato 

Ho trovato un sogno 
a cui potevo parlare 
un sogno che posso chiamare mio

ho trovato un brivido
contro il quale premere la mia guancia 
un brivido che non ho mai provato prima 

beh, tu hai sorriso, tu hai sorriso 
e dopo l’incantesimo è stato lanciato 
Ed eccoci qui in paradiso 
perché tu sei mio… finalmente. 

Ho trovato un sogno 
a cui potevo parlare 
un sogno che posso chiamare mio 
ho trovato un brivido 
contro il quale premere la mia guancia 
un brivido che non ho mai provato prima 

beh, tu hai sorriso, tu hai sorriso 
e dopo l’incantesimo è stato lanciato 
Ed eccoci qui in paradiso 
perché tu sei mio… finalmente. 

oh sì, tu sei mio, tu sei mio 
finalmente, finalmente, finalmente, finalmente. 

Bene, ora (finalmente) vado ma… sapete bene che…

Tonno subito