Crea sito

Lockdown per sempre?

Lockdown per sempre?
Donna alla finestra from Pixabay

La Harvard Medical School ha condotto uno studio su 375mila bambini e ha rilevato che molte malattie infettive come otite, bronchiolite, raffreddore, infezioni alle vie urinarie hanno avuto una riduzione notevole (tra le patologie respiratorie anche riduzioni del 99,5%) per effetto del lockdown e delle misure di distanziamento sociale.
Che meraviglia! Abbiamo scoperto il modo con cui i nostri figli non si ammaleranno mai più…!
Ma allora la domanda sorge spontanea: conviene dunque continuare per sempre con il lockdown, con il distanziamento sociale e lo smart working?

Non voglio dare una risposta attraverso la statistica come si fa con chi ha paura di volare in aereo al quale diciamo che la probabilità di essere attaccati da uno squalo è maggiore rispetto a quella di precipitare con un aereo.
E non voglio dare una risposta neppure utilizzando un’analisi rischi/benefici come si fa con chi ha un quadro clinico gravemente compromesso e si trova a decidere se attendere la morte nei prossimi due mesi o affrontare un intervento chirurgico molto rischioso ma che potrebbe salvargli la vita.

Bensì voglio dare una risposta attraverso una strategia infallibile: la convivenza.

La convivenza è il metodo con cui tutte le persone possono vivere la vita e possono vivere i rapporti umani.
Io attraverso la convivenza con altri studenti ho vissuto a pieno la vita universitaria; attraverso la convivenza con mio fratello in fin di vita ho vissuto a pieno la sofferenza e la speranza; attraverso la convivenza con mia moglie vivo a pieno il cammino del matrimonio; attraverso la convivenza con la famiglia e gli amici vivo a pieno il tempo libero.
Quindi, premesso che le malattie di cui è stata riscontrata una riduzione non sono patologie gravi o invalidanti, riformulo la domanda: conviene continuare per sempre con il lockdown dove possibile (a scuola, in alcune professioni, nella politica, ecc…) per stare “tranquilli” oppure siamo disposti ad assumere qualche rischio pur di convivere con amici e parenti e vivere a pieno la vita?

Anguilla