Crea sito

E pur si muove! Dieci righe sulla vittoria di Fillon.

La netta vittoria dell’outsider Fillon al primo turno delle primarie dei Républicains in Francia può essere vista (e salutata) con un certo interesse anche per chi naviga in acque più calde rispetto a quelle parigine. Il successo elettorale, ancorché parziale, è piuttosto significativo in quanto esclude dal ballottaggio e dalla corsa all’Eliseo l’ex Président Nicolas Sarkozy che, dopo aver irriso l’allora presidente del consiglio italiano Silvio Berlusconi, aver causato con le sue bombe l’attuale caos libico e aver perso le elezioni presidenziali del 2012 contro François Hollande (non proprio un genio), ieri è stato costretto a ritirarsi dalla politica e a dichiarare: «Fillon è colui che ha capito meglio di tutti le sfide che si presentano alla Francia».

Ma, al pari del Carneade manzoniano, chi è François Fillon? È un sessantaduenne politico francese di lungo corso, presidente del consiglio dal 17 maggio 2007 al 15 maggio 2012. Cattolico, padre di cinque figli (avuti dalla stessa moglie conosciuta a scuola), amante delle corse automobilistiche (dopo tutto è nato a Le Mans), è simpatizzante dell’associazione Manif pour tous, che lo sostiene in questa campagna elettorale.

Fillon, che non può essere tacciato dai benpensanti in salsa radical di “populismo” né – tantomeno – di essere uno “alle prime armi”, rappresenta il modello di una politica conservatrice, liberista e attenta ai valori tradizionali dell’Occidente europeo che l’avanzata congiunta della cultura neo-azionista, ubriaca di nuovi diritti e progressismo, e di taluni soggetti attenti a cavalcare l’insoddisfazione della gente in funzione di interessi “altri”, avevano considerata un reperto di archeologia politica.

Invece, forse, proprio partendo da una posizione conservatrice ma non reazionaria, espressamente cattolica ma non clericale, sociale ma non socialista, fermamente convinta delle proprie idee e per questo pronta al dialogo, la Francia e l’Europa possono riscoprire la grandezza e la profondità delle proprie tradizioni e giocarle nelle grandi sfide del presente e del futuro.

Pesce Persico

2 Risposte a “E pur si muove! Dieci righe sulla vittoria di Fillon.”

  1. Segnalo pure che – per la prima volta – un possibile predidente francese non proviene dalla “Ecoles!”!!! Speriamo che sia la volta buona…..

  2. Segnalo che per la prima volta un possibile Presidnete non proviene dalle “Ecoles”! Speriamo che sia la volta buona…. forza Fillon!!!

I commenti sono chiusi.