Crea sito

S. Rachmaninov: Vespri, op. 37 – Bogoroditse Devo

«Nella musica, nel panorama della natura, nel sogno notturno (come scrive nel suo Canto Notturno…Leopardi), è a qualcosa d’altro che l’uomo rende il suo omaggio, da cui aspetta: lo aspetta. Il suo entusiasmo è per qualcosa che la musica, o tutto ciò che è bello al mondo, ha destato dentro. Quando l’uomo “pre-sente” questo, immediatamente piega l’animo ad attendere l’altra cosa: anche davanti a ciò che può afferrare, attende un’altra cosa; afferra ciò che può afferrare, ma attende un’altra cosa

Luigi Giussani

Buon Natale!

La Spigola

Una risposta a “S. Rachmaninov: Vespri, op. 37 – Bogoroditse Devo”

I commenti sono chiusi.