Crea sito

NO alle disposizioni anticipate testamentarie DAT

Riportiamo qui sotto un articolo esplicativo di Avvenire sul bio-testamento che verrà discusso giovedì in Senato. Leggerete qui sotto che cosa prevede il testo ma, in due parole, ecco la situazione: un Parlamento a cui mancano pochi giorni prima della chiusura e un governo senza legittimazione popolare vogliono far approvare una legge per cui si può decidere preventivamente della propria morte dicendo se i medici ci dovranno curare o no in caso di incapacità futura di esprimere il proprio parere. Rientra nelle disposizioni anche il rifiutare come accanimento terapeutico acqua e cibo. I medici non potranno fare obiezione di coscienza e anche gli ospedali cattolici dovranno avere un medico pronto a far morire come richiesto dalle disposizioni del paziente.
Insomma, una porta verso l’eutanasia. Chi vuole la legge? PD e ogni genere di sinistra (ci sfugge che cosa ci sia di sinistra nella scelta borghese e individualista sulla vita) e il M5S. Viste le dichiarazioni di voto, la legge dovrebbe passare, salvo miracoli. La Spigola chiede a tutti di chiedere il miracolo e di fare ogni sforzo per fermare una legge che si poggia su una visione della libertà come pura scelta e non come adesione al bene, che viola il principio base della medicina nel suo essere per la vita, che impedisce ai cattolici la libertà di coscienza.

https://www.avvenire.it/attualita/pagine/vita-o-diritto-di-morire-la-camera-deve-scegliere

La Spigola