Crea sito

Sull’Ucraina, oltre il social streaming – parte 2

Le conseguenze della dissoluzione dell’URSS non si vedono solo nella politica interna dei paesi ex-sovietici, ma molto di più negli effetti che si sono prodotti sia sul piano geopolitico mondiale che su quello culturale.
Venuta meno la contrapposizione di Occidente democratico vs URSS totalitaria, è crollata velocemente anche la forza politico-culturale ideale che la sosteneva. Così, pur democraticamente, dopo il crollo l’Occidente ha esportato di sé solo il capitalismo, e il mondo ex-sovietico non ha mai perso il suo carattere essenzialmente burocratico-statalista.
Oggi l’Occidente vive la sua totale crisi della politica schiava dell’economia e il mondo ex-sovietico, che non è più comunista, ma in buona parte continua ad essere strutturalmente identico a prima (poteri oligarchici, uso della forza, tecno-burocrazia, corruzione, ecc.), ha preso come nuova bandiera una nuova ideologia: il nazionalismo.
Per capire Putin – una figura politica che all’Occidente risulta incomprensibile – bisogna guardare a questo “nazionalismo statalista”. Putin è colui che ha salvato la Russia (il più grande e importante degli stati ex-sovietici) dal declino cui stava andando incontro negli anni Novanta, totalmente dimenticata dall’Occidente. Ma l’ha fatto al prezzo non solo di un autoritarismo (che non è la parte più grave, anche se è l’unica di cui parlano i giornali) ma soprattutto della diffusione dell’ideologia nazionalista. Un’ideologia disgraziatamente utile perché unisce la gente, individuando un nemico comune.
La crisi ucraina attuale ha al suo interno tutti questi elementi, molti in conflitto tra loro. Sicuramente va detto che il Majdan non è una festa, che Putin non è un orco, e che Obama non è il paladino della libertà. Sull’orlo dell’emergenza, ora la priorità è quella della pace, che bisogna costruire politicamente, ognuno trattando, ognuno perdendo qualcosa. Poi nel futuro bisognerà avere la forza di ricostruire, guardando in faccia a questi problemi e giudicandoli.

Salmon Blues